Associazione Ligure Giornalisti

News Category

IMG-20231129-WA0000

CRONACA DI UN ANNO DI CRONACA 2023

novembre 29, 2023 No Comments

Appuntamento il 20 dicembre alle ore 11.30 al teatro della Claque di Genova per “Cronaca di un anno di cronaca” edizione 2023, l’evento del Gruppo Cronisti Liguri che riassume attraverso un video-racconto i più importanti fatti di cronaca che si sono verificati negli ultimi 12 mesi.

 


400431912_687800313447269_4877042628660119764_n

ALG, PIENO SOSTEGNO AI GIORNALISTI DEL SECOLO XIX

novembre 7, 2023 No Comments
L’Associazione Ligure Giornalisti (Alg) esprime pieno sostegno ai giornalisti del Secolo XIX e condivide il comunicato sindacale del Cdr.
Il Cdr del Secolo XIX: “La politica non decide come pubblicare le notizie”
“Il Comitato di redazione del Secolo XIX esprime stupore per le recenti esternazioni del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti che ha criticato la prima pagina del giornale di oggi perché, evidentemente, quanto scritto in merito all’iniziativa del ‘mortaio sul Tamigi’ non è stato di suo gradimento – si legge nella nota del Cdr del Secolo XIX – Spiace ricordare al presidente (che è giornalista professionista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Lombardia dal 2006), che nessuno può dire in che modo e con quali titoli le notizie debbano essere pubblicate dagli organi di stampa. Allo stesso tempo, ricordiamo al presidente e giornalista Giovanni Toti che quello che lui definisce un editoriale è invece una normale dichiarazione (come tante altre) inserita all’interno di un articolo che riporta opinioni differenti sull’argomento da parte di personalità qualificate, semplicemente facendo cronaca tra chi ha apprezzato l’iniziativa della Regione Liguria a Londra e chi ha voluto invece contestarla. Proprio su quest’ultimo punto, visto i quasi 20 anni di iscrizione all’Albo dei Giornalisti, pensavamo che il presidente potesse non prendere un granchio del genere scambiando, per l’appunto, una normale dichiarazione con un editoriale. A Toti, al quale auguriamo buon lavoro e buon rientro dalla trasferta di Londra, ricordiamo che non sarà certo lui – come nessuno altro esponente politico di qualsiasi partito – a dire quali e in che modo debbano essere pubblicate dal Secolo XIX, il giornale che è la voce di Genova e della Liguria dal 1886”.

394564047_680012430892724_7251333860765941260_n

LAVORO AUTONOMO: DI NOIA, FORNETTI, MANNA e PARODI COMPONGONO LA COMMISSIONE LIGURE

ottobre 23, 2023 No Comments
Raffaele Di Noia, Astrid Fornetti, Erica Manna e Daisy Parodi compongono la Commissione ligure per il Lavoro Autonomo che resterà in carica per il prossimo quadriennio. Manna entra a far parte della Clan (Commissione Nazionale per il Lavoro Autonomo) e Di Noia sarà il delegato dell’Assostampa Ligure all’Assemblea Nazionale dei Lavoratori autonomi.

DIRE

AGENZIA DIRE, L’AZIENDA NON RITIRA I LICENZIAMENTI. ALG: SOSTEGNO ALLA LOTTA DEI GIORNALISTI DI NUOVO IN SCIOPERO

ottobre 11, 2023 No Comments

L’Associazione Ligure Giornalisti (Alg) esprime solidarietà e sostiene la lotta dei colleghi dell’agenzia Dire che hanno proclamato sciopero ieri e oggi: la decisione è stata presa dall’assemblea ieri pomeriggio dopo che l’azienda ha comunicato alle rappresentanze sindacali la scelta di non ritirare la procedura di licenziamento di 15 giornalisti (oltre a 13 grafici). I licenziamenti sono illegittimi e immotivati visto anche il decreto per le agenzie di stampa che partirà a gennaio e che garantirà risorse statali a tutte le agenzie nazionali, come la Dire. L’Associazione Ligure Giornalisti continuerà a sostenere i colleghi della Dire ribadendo, come è stato fatto ieri, che l’azienda deve ritirare la procedura di licenziamento, condizione fondamentale per poi avviare un confronto sul futuro dell’agenzia.

(Foto: dire.it)


6d393b48542bcdfd97825e49a62fec49

FORLEO E MIETTA NELLA COMMISSIONE PARI OPPORTUNITÀ (CPO) DELLA FNSI

ottobre 2, 2023 No Comments

Giulia Mietta è la nuova rappresentante dell’Associazione Ligure Giornalisti nella Commissione Pari Opportunità (Cpo) della Fnsi.

Prende il posto di Francesca Forleo che, in qualità di consigliera nazionale della Fnsi, diventa componente di diritto della Cpo.

Buon lavoro alle colleghe Francesca e Giulia!


ALG: AL FIANCO DEI COLLEGHI DELL’AGENZIA DIRE IN SCIOPERO, STOP AI LICENZIAMENTI

settembre 27, 2023 No Comments

DIRE

L’Associazione Ligure Giornalisti (ALG) esprime solidarietà e vicinanza ai colleghi dell’agenzia Dire oggi in sciopero dopo l’annuncio da parte dell’azienda – a pochi giorni dalla partenza del nuovo decreto per le agenzie di Palazzo Chigi – di voler procedere al licenziamento collettivo di 28 lavoratori (15 giornalisti e 13 grafici). Per il sindacato, che continuerà ad affiancare i colleghi nella loro lotta e chiede all’editore di ritirare immediatamente i licenziamenti, questa procedura ha il sapore di un inaccettabile ricatto occupazionale che colpisce una redazione che con grande spirito di abnegazione da anni sta sopportando anche il peso di contratti di solidarietà e di retribuzioni a singhiozzo.


FOTO

Comunicazione – Associazione ligure Giornalisti Matteo Dell’Antico nuovo segretario

settembre 26, 2023 No Comments

È Matteo Dell’Antico il nuovo segretario dell’Associazione Ligure Giornalisti. Nato a Genova il 4 giugno 1984, è giornalista professionista iscritto all’Ordine della Liguria dal 3 ottobre 2006. Assunto come praticante nella redazione de Il Secolo XIX nel 2013, lavora nel quotidiano di piazza Piccapietra dove è membro del Comitato di redazione. Già componente della Giunta Esecutiva dell’Assostampa Ligure, è consigliere nazionale della Fnsi. È stato eletto all’unanimità questo pomeriggio dalla Giunta Esecutiva dell’Associazione ligure. Succede al dimissionario Fabio Azzolini.

Il Consiglio Regionale è composto dai professionali Milena Arnaldi (che ha la carica di presidente), Tommaso Fregatti, Antonio Zagarese, Massimiliano Salvo, Luca Zennaro (eletti nella Giunta Esecutiva), Paola Balsomini, Silvia Campese, Andrea Carotenuto, Alessandra Costante, Diego David, Erica Manna, Marco Raffa, Lorenza Rapini, Giovanna Rosi, Marco Toracca e dai collaboratori Astrid Fornetti (eletta nella Giunta Esecutiva), Raffaele Di Noia, Andrea Fassione e Claudia Oliva. La Giunta è integrata da Alessandra Costante, segretaria generale della Federazione nazionale della Stampa italiana (Fnsi), nella qualità di membro di diritto. Tutti i membri della Giunta assumono la carica di segretario aggiunto.

«Grazie alle colleghe e ai colleghi per la straordinaria fiducia. E grazie a Fabio Azzolini, che negli ultimi anni ha guidato l’Associazione, per il lavoro svolto al servizio del sindacato con impegno e dedizione non solo a livello locale ma anche nazionale. Assumo questo nuovo incarico con grande onore e altrettanto senso di responsabilità, consapevole delle molteplici difficoltà che sta attraversando la nostra professione, sia dentro che fuori le redazioni anche in Liguria. Il sindacato è unità, partecipazione e condivisione: è fondamentale difendere l’occupazione, garantire il rispetto del contratto e i diritti dei lavoratori a partire da quelli precari che sono la parte più debole e vulnerabile della nostra categoria. La sfida per assicurare un futuro alla nostra professione, partendo dal presupposto che l’informazione di qualità è un bene pubblico e il lavoro va adeguatamente retribuito, è quella dell’inclusione di tutti i colleghi nel perimetro delle regole», il primo commento del neoeletto segretario dell’Associazione Ligure Giornalisti.

Nella foto di Luca Zennaro (da sinistra): Fabio Azzolini e Matteo Dell’Antico


25_aprile_2006

78° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

aprile 19, 2023 No Comments
Care colleghe, cari colleghi
Ci rivolgiamo a voi per invitarvi a partecipare alla manifestazione del 25 aprile. Non ci dilungheremo sulle ragioni che motivano la partecipazione anche del sindacato dei giornalisti alla giornata che celebra la Liberazione dal nazifascismo.
E’ interesse dei giornalisti difendere la costituzione repubblicana, il pavimento sul quale poggia l’esercizio della nostra professione.
E’ interesse dei giornalisti valorizzare la Carta costituzionale perché essa è levatrice di bisogni di conoscenza e partecipazione dei cittadini, bisogni che ci caricano del dovere di informare.
E’ interesse di tutti i cittadini agire in maniera tale da annichilire qualsiasi disegno reazionario. Il sonno della ragione, l’indifferenza hanno concorso, in passato, all’affermarsi della dittatura, dell’abominio delle leggi sulla razza, della guerra.
E’ dovere dei giornalisti testimoniare la passione, il coraggio e la sofferenza delle colleghe e dei colleghi che ogni giorno rischiano la vita e il carcere per documentare nel mondo i crimini dei regimi autoritari.
Sono queste alcune delle ragioni per le quali vi diamo appuntamento in piazza della Vittoria (lato via Cadorna) dalle ore 10.00 in poi, il 25 aprile a Genova.
Associazione Ligure dei Giornalisti
Ordine dei giornalisti della Liguria

256ec830-4d27-48f6-a88f-9019a4a80c66

Alessandra Costante eletta segretaria generale Fnsi

febbraio 17, 2023 No Comments

Alessandra Costante, giornalista del Secolo XIX, è la nuova segretaria generale della Federazione nazionale della Stampa italiana.

Continua a leggere...

MULTA AD AGENTI CHE MANGANELLARONO ORIGONE IN PIAZZA, FORTE PERPLESSITA’ DI ASSOCIAZIONE LIGURE E GRUPPO CRONISTI PER QUESTA DECISIONE

gennaio 19, 2023 No Comments

Genova. Solo una multa per il pestaggio al collega Stefano Origone. La decisione dei giudici della Corte di Appello di Genova che trasforma i (già simbolici) quaranta giorni di reclusione in una sanzione pecuniaria da 2582 euro per ciascun poliziotto che quel pomeriggio del 23 maggio del 2019 hanno preso a manganellate Stefano stupisce e inquieta allo stesso tempo. L’Associazione Ligure Giornalisti e il Gruppo Cronisti Liguri oltre ad esprimere la massima solidarietà possibile al collega esprimono forte perplessità per questa decisione dei giudici di secondo grado seppure in attesa delle motivazioni della sentenza. Perché il reato che è stato riconosciuto – eccesso colposo legittimo dell’arma – non interpreta quello che è realmente successo in piazza. Stefano era in servizio per il suo giornale “La Repubblica”, stava raccontando una protesta di piazza contro un comizio dell’estrema destra e si è trovato poco dopo su una barella del pronto soccorso del Galliera con dita fratturate e tumefazioni agli arti perché manganellato da poliziotti del Reparto Mobile. Sempre oggi siamo venuti a conoscenza del fatto che per il tribunale di Genova essere presi a manganellate in piazza non è un fatto di competenza della magistratura ordinaria ma del giudice di pace. Manganellare un giornalista indifeso, anzi, inerme e a terra resta – venti anni dopo il G8 – una ferita che quanto stabilito in sede processuale non ha rimarginato.

Il Segretario dell’Associazione ligure dei Giornalisti
Fabio Azzolini

Il Presidente del Gruppo Cronisti Liguri
Tommaso Fregatti